Recensione!

❥ Canto di Natale ❥

Helloooooo, sognatori ❤
I’m back again! Ed oggi, recensione! ❤ 

Autore: Charles Dickens
Genere: Classico
Voto: 5/5 ✩

EMOZIONI

“Marley era morto, tanto per cominciare.”

E, tanto per cominciare, io ho riso leggendo questa prima frase XD 
Come potrebbe essere altrimenti? xD

Ho letto questo racconto assieme alla mia amica W ed è stato bellissimo e commovente, come lo è sempre stato, per me, guardare il film “A Christmas Carol”, con Jim Carrey, o “Canto di Natale di Topolino” ❤ Questi film hanno segnato la mia infanzia e adolescenza e, in particolare quest’anno, sentivo proprio il desiderio di leggere il racconto stesso ❤

Probabilmente sono stata stimolata anche dal trailer del film “Dickens: l’uomo che inventò il Natale” , in uscita il 21 dicembre al cinema (tranne in quello dove vado io, brutti stronzoni che non lo trasmettete!) e nei commenti dell’autore stesso che ci sono nel racconto, immaginavo Dickens parlarmi faccia a faccia ed ero ancora più emozionata e sorridente! xD Sembro scema, (lo sono), ma è stato ancor più avvincente leggerlo, pensando anche al film che verte proprio sulla nascita di quest’opera! ❤ 

“Non c’era dubbio, dunque, che Marley fosse morto: questo deve essere chiaramente inteso, se no nulla di straordinario ci sarebbe nella storia che sto per riferire.”

Una storia appassionante che vi farà riflettere fin dalle prime righe, dove il modo di raccontare dell’autore rende ben fluida la narrazione. L’opera è divisa in cinque “strofe”, che potremmo definire veri e propri capitoli; il protagonista è il vecchio crudele ed avido Ebenezer Scrooge, che a causa del suo astio nei confronti del mondo intero, viene scacciato ed evitato persino dai passanti e temuto dai ragazzini come fosse una contagiosa malattia da dover evitare. Scrooge è stato causa stessa dei suoi mali, che pur non essendo il suo pensiero principale, e non rappresentando per sé alcun problema, gravano sul suo gelido cuore che sembra non provare più alcuna benevola emozione, men che meno durante il periodo natalizio, il più lieto per tutti. Eppure, proprio nella notte della Vigilia di Natale, il suo amico e socio in affari, Jacob Marley, gli farà visita sotto forma di spirito, mostrandogli le pesanti ed ormai eterne catene del proprio animo e lo avvertirà sull’imminente venuta di tre spiriti… Gli spiriti del Natale Passato, Presente e Futuro. Ogni spirito, caratterizzato in modo originale e dotato di significati velati, permetterà a Scrooge di ripercorrere episodi salienti della propria vita ed è così triste vedere come il protagonista sia cambiato, in peggio, nel corso degli anni. Come si sia lasciato abbindolare dall’avarizia, dai tratti futili della vita ed abbia lasciato spegnere la fiamma del proprio cuore, che neanche l’insistente e sempre gioviale nipote è riuscito mai a riaccendere…

Grazie all’intervento di questi spiriti è possibile notare le diverse sfaccettature del vecchio e del presente Scrooge, mentre lo spirito del Natale futuro permette al protagonista, e a noi stessi lettori, di notare le conseguenze dei suoi malvagi comportamenti.
Scrooge è davvero disposto a finire i suoi giorni nella gelida ed isolata casa in cui vive, spento e circondato da una solitudine e da una crudeltà che non dovrebbe appartenergli? 
Il Natale, nelle sue diverse forme, può ricondurlo al benessere interiore e ad una vita più lieta per lui e per le persone che gli sono accanto o che vorrebbero esserlo, mossi dal buon cuore e dalla gentilezza?

Se volete rispondere a queste domande non vi resta che afferrare il racconto e tuffarvi nella lettura! ❤ Il Natale non termina alle 23:59 del 25 dicembre di ogni anno.
Lo spirito del Natale continua anche dopo e dovremmo rievocarlo spesso durante l’anno, non soltanto nel periodo pre-natalizio. 

Quello che Charles Dickens ci offre non è soltanto il viaggio introspettivo di Scrooge, ma può essere anche il nostro e può aiutarci a riflettere, a capire, a non sbagliare. 

“Il cammino di noi uomini presuppone mete che con la perseveranza possono essere raggiunte, ma se questo cammino viene abbandonato, la meta sarà diversa.”

Se non lo avete ancora fatto, vi consiglio di leggere questo racconto e di lasciarvi affascinare da esso e dai messaggi trasmessi! 
Come sempre, vi lascio il link d’acquisto: http://amzn.to/2DoY9wD

“Onorerò il Natale nel mio cuore e cercherò di conservarmi in questo stato per tutto l’anno”

Spero davvero lo leggiate e, se lo avete già fatto, scrivete nei commenti i vostri pareri!<3
Un abbraccio ❤

Nena 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...